Stampa Pagina

OPERE DI SISTEMAZIONE IDRAULICA

Quando si realizza la sistemazione idraulica di un bacino idrografico, sia che si tratti di opere localizzate lungo il reticolo idrografico che di opere diffuse sul territorio, occorre tener conto di alcune regole generali nell'individuazione degli interventi strutturali. In particolare occorre ricordare che ogni intervento va ad interagire con il bacino idrografico nel suo complesso, per cui occorre evitare, con i procedimenti progettuali di ingegneria idraulica e fluviale, che esso, pur mitigando il livello di rischio in una zona, possa farlo aumentare pericolosamente in altre zone del bacino. E' necessario inoltre evitare che al termine della sistemazione del bacino nel suo complesso gli interventi realizzati abbiano l'effetto di peggiorare le caratteristiche di risposta del bacino in termini di aumento di portata massima e del valore di deflusso e di diminuzione del suo tempo di risposta. L'effetto della sistemazione finale sul bacino idrografico è il risultato dell'interazione degli effetti dei singoli interventi, come può essere il caso degli interventi finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico lungo un corso d'acqua.

In questo caso può essere necessario realizzare una serie di tipologie diverse di interventi che vanno dalla realizzazione di opere idraulico-forestali e di piccole casse di espansione nella zona alta del bacino idrografico alla realizzazione di grossi invasi di laminazione e di arginature nelle zone di valle.

Un altro importante aspetto che riguarda la mitigazione del rischio idraulico, è quello relativo alla manutenzione ordinaria dei corsi d'acqua ed in particolar modo delle opere idrauliche, al fine di mantenere l'officiosità idraulica del reticolo idrografico, sia esso naturale o artificiale, è necessario infatti eseguire una manutenzione continua tesa ad eliminare gli ostacoli che possono essere rappresentati da un eccessivo sviluppo della vegetazione o da accumulo di materiale solido trasportato dagli stessi corsi d'acqua. Allo stesso modo occorre tenere in perfetto stato di manutenzione le opere idrauliche, quali arginature, rivestimenti di sponda e traverse, in modo da evitare che siano danneggiate a seguito di eventi di piena.

Occorre inoltre considerare che la manutenzione dei corsi d'acqua e delle opere idrauliche deve essere fatta, per quanto possibile, nel rispetto delle caratteristiche ambientali e di qualità del corso d'acqua stesso; in merito, un altro aspetto da considerare è la salvaguardia del regime sedimentologico del corso d'acqua.

Tipologia delle opere di sistemazione idraulica

  • INTERVENTI ESTENSIVI DI SISTEMAZIONE DEI VERSANTI
    • OPERE IDRAULICO-FORESTALI
    • GESTIONE DEI BOSCHI
    • RIMBOSCHIMENTI
  • OPERE DI SISTEMAZIONE NELLA PARTE ALTA DEI BACINI
    • BRIGLIE A BOCCA TARATA
    • BRIGLIE SELETTIVE
    • BRIGLIE ANTI-EROSIVE
  • OPERE DI SISTEMAZIONE NELLA PARTE BASSA E MEDIA DEI BACINI
    • CASSE D'ESPANSIONE
    • ARGINATURE
    • PROTEZIONE SPONDE
    • DIVERSIVI

BTT