Stampa Pagina

INCENTIVI PER FONTI RINNOVABILI - IMPIANTO A BIOMASSE

Biogas e Biomasse: I nuovi incentivi dal 2013

È stato recentemente pubblicato il nuovo decreto che definisce i criteri e gli incentivi per la realizzazione e l’esercizio degli impianti a biogas e biomasse a partire dal 2013. Molte novità di rilievo tra cui quella di differenziare gli incentivi in base alla taglia degli impianti ed a seconda della biomassa utilizzata. Gli incentivi più alti, comunque inferiori agli attuali 0,28 euro/Kwh, spettano agli impianti più piccoli, realizzati da imprese agricole che utilizzano sottoprodotti aziendali. Gli impianti potranno essere incentivati fino ad esaurimento delle risorse finanziarie che ad oggi sono pari a 5,8 miliardi di euro. Per poter accedere alle tariffe, è necessario iscriversi ad un Registro la cui apertura e relativa scadenza saranno fissate dal Gse. Degli impianti iscritti, verrà fatta una graduatoria secondo le priorità stabilite dal decreto: il primo criterio di preferenza è quello relativo agli impianti di proprietà di aziende agricole, singole o associate, alimentati da biomasse e biogas con prodotti vegetali o sottoprodotti, con potenza non superiore a 600 kw. Gli impianti iscritti al registro saranno incentivati secondo la graduatoria fino all’esaurimento del contingente annuale di potenza, che per il 2013 è pari a 170 Mw. Sono esclusi dall’iscrizione al registro e, quindi, accedono direttamente agli incentivi, gli impianti a biomassa di potenza fino a 200 kw e gli impianti a biogas di potenza fino a 100 kw che impiegano prodotti di origine biologica. Gli incentivi sono riconosciuti per un periodo di 20 anni (anziché gli attuali 15) e possono essere incrementati se si adottano tecnologie atte ad abbattere il contenuto di azoto, se si producono fertilizzanti, se si riducono le emissioni di gas serra, se si sviluppano impianti per la cogenerazione ad alto rendimento. Gli incentivi vengono decurtati del 2 per cento per ogni anno successivo al 2013 fino all’esaurimento delle risorse finanziarie dedicate. Sono previsti dei meccanismi di transizione dalla attuale incentivazione a quello nuovo. Inoltre, i certificati verdi saranno convertiti nella tariffa omnicomprensiva.

BTT